Note Legali

Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estensione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. QUINDI tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul mio blog non può essere utilizzato senza il mio permesso o dei rispettivi autori dei commenti, pena denuncia alla Polizia Postale.

04 giugno, 2007

Pretendere....o smettere ....?



Deve essere particolare il ns. pensiero in questi tempi. Tra macro e micro economia, leggevo, ormai di risorse esaurite (e consumate) del pianeta che non consentiranno nemmeno più a paesi come l’Africa di sollevarsi da uno stato tremendo di agonia.
Per guerre, sfruttamento delle risorse, condizioni ambientali sempre più dure… uno sfinimento continuo… un esaurimento senza fine ma che avrà, prima o poi (e purtroppo) una fine. Perché allora insistere? Perché non dare alla natura il compito di rimediare?
Avviene così anche con il ns. corpo.


A volte… basterebbe solo smettere… smettere di farci del male.
Prediligere una non-azione può essere maggiormente profittevole di un insensato agire.
Smettere di pretendere… può essere un primo passo.
L’acqua dei fiumi non può risalire e il proprio corpo va rispettato… non dominato.
Quando si parla di rimedi naturali… spesso si presuppone ancora un ‘prendere qualcosa’.
La prima necessità, sovente, è invece quella di smettere proprio di prendere quel qualcosa…additato quale rimedio…miracolistico o meno che sia.


Smettere di pretendere… dagli altri… dalle cose.
Smettere di pretendere… una disintossicazione innanzitutto mentale.
E così … dopo qualche tempo (nemmeno tanto lungo) saremo pronti a delle sedute efficacissime di riflessologia ….


Un bacio

3 commenti:

Fabrizio ha detto...

Ehilà Mapi, come vedi il tuo blog funziona benissimo e i commenti si postano senza problema. Ma davvero pensavi che tutti noi (tuoi adepti) avessimo preso alla lettera il saggio consiglio di preferire le non-azioni e avessimo cominciato propio dai commenti al tuo bellissimo blog ? Ehehehe ma dai, tutto va bene ! Straordinaria quella foto e sante le tue parole.
Un super bacio.

Marta ha detto...

BENTORNATA MAPI!!Con questo bellissimo, forte, coinvolgente post!Una nota di merito particolare per la foto.. davvero efficacissima, entra dritta nella top ten delle mie preferite!Riguardo al testo, invece, si sente sempre più spesso parlare di nuove fonti energetiche alternative e rinnovabili, di commercio equo, di consumo critico, di sviluppo sostenibile..sono tematiche importanti e attuali e mi fa piacere che in parte abbiano trovato spazio anche in questo blog!Certo non è l'argomento principale, ma è anche vero che così come sappiamo e dobbiamo imparare a prenderci cura del nostro corpo e del nostro spirito così dovremmo aver cura della Terra dove abitiamo perchè "non è un dono dei nostri padri,bensì un prestito dei nostri figli".Certo apparentemente sembra più facile continuare a fare, prendere, pretendere..forse perchè ci capita raramente di star fermi, di non agire e soprattutto siamo abituati a cose concrete per curarci (farmaci, creme, unguenti ecc)e non solo..credo che un'ottima fonte di disintossicazione mentale sia proprio questo blog!!

..."Vivi semplicemente. Gli altri semplicemente vivono.
Questa terra ha risorse per tutti ma non per l'avididtà di tutti." (Gandhi)

Un abbraccio a tutti
Marta

Vittorio ha detto...

ti ho appena pralato. Ho appena letto il tuo ultimo blog ed è così bello scoprire quanto il nostro legame sia denso di segni che sembrano tramare un destino... bello quanto unico... ti abbraccio, in questo strano modo che abbiamo di conoscerci, dove l'eterno a volte pare impallidire di fronte alla frivolezza delle vicende umane e alla loro giustificazione che si appella alla formula: "così è la vita"